contatore visite<

Morra De Sanctis

Vai ai contenuti

Menu principale:

Medaglia d'oro al collier del Magnifico Rettore del Politecnico di Zurigo con il motto di De Sanctis
Francesco De Sanctis ai tempi di Zurigo
Lapide di marmo in ricordo di Francesco De Sanctis nel Politecnico di Zurigo

LA MEDAGLIA AL COLLIER DEL MAGNIFICO RETTORE DEL POLITECNICO DI ZURIGO DOVE È INCISO IL MOTTO DEL DE SANCTIS: "PRIMA DI ESSERE INGEGNERI VOI SIETE UOMINI"

FRANCESCO DE SANCTIS MINISTRO DELL'ISTRUZIONE NEL PRIMO GOVERNO ITALIANO IN TORINO

LAPIDE IN ONORE DEL DE SANCTIS NELL'ETH DI ZURIGO (POLITECNICO)

 

Post di Antonio Giugliano nel gruppo Facebook della Pro Loco Morra de Sanctis:
Per chi non avesse potuto seguire la cerimonia al Senato per il bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis in diretta su Rai 3 di oggi pomeriggio.
Cliccate su questo link


Il sindaco di Morra dr. Pietro Mariani ci informa che in rete c'è un nuovo sito web sul bicentenario della nascita del De Sanctis
Vi informo che e' on line il sito del bicentenario. www.bicentenariofrancescodesanctis.it
Cordiali saluti.Pietro.


Segnaliamo la conferenza del Prof. Renato Martinoni all'Università di Basilea il giorno 29 marzo, ore 18,15, organizzata dalla ASRI nel bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis. Il prf. Martinoni  Paarlerà sul tema "De Sanctis a Zurigo, fra luci e ombre"
.

Fotoelaborazione-Grafica-Fotocomposizione di: Francesco grippo

Questo dedica poetica che segue, è di Carlo Lotti ed è tratto dal libro:
Francesco De Sanctis deputato di Sessa, cenni biografici, di Nicola Gaetani-Tamburini.

A FRANCESCO DE SANCTIS
CHE SULLE RIVE DEL SEBETO
EDUCATO ALLA SCUOLA
DE’ PIU’ ECCELSI E LIBERI PENSATORI DEL MONDO
ESULE E PROFESSORE DI LETTERE
IN TERRA STRANIERA
DEPUTATO AL PARLAMENTO
MINISTRO SOPRA LA PUBBLICA ISTRUZIONE
COL SUO CARO E ONORANDO NOME
TENNE SEMPRE ALTO E RISPETTATO
IL NOME D’ ITALIA
OFFRO QUESTI VERSI GIOVANILI
ORA CHE CON SAPIENTE CONSIGLIO
L’ ATENEO DI NAPOLI
LO INVIA SUO RAPPRESENTANTE A FIRENZE
OVE LA NAZIONE RISORTA CELEBRA
IL CENTENARIO DI DANTE
II. CUI SUBLIME CONCETTO INTERPRETANDO EGLI IN TORINO
MOSTRÒ COR MENTE ARGUTA
CON CALDA E ORNATA PAROLA
COME IN QUELLA GRANDE ANIMA
VIVESSE LA PATRIA
UNA LIBERA E INDIPENDENTE
PALPITASSE LA COSCIENZA DELLA UMANITÀ
REDENTA DA MULTIFORME SERVAGGIO
RACCOLTA ALLA PERFINE IN UNA SOLA FAMIGLIA
SOTTO LO IMPERO UNIVERSALE
CHE SIMBOLEGGIATO DA ROMA
SARÀ PER TUTTI I POPOLI
CIVILTÀ FRATELLANZA AMORE."


 
Torna ai contenuti | Torna al menu